Crea sito

Come mai si dice “pasta alla carbonara”?

Ott 22

Pasta alla Carbonara.

carbonara

Pare fosse il piatto dei boscaioli del centro Italia che si avventuravano sulle montagne dell’Appennino a fare carbone da legna e da ciò deriverebbe il nome di questo popolare piatto.

Secondo la tradizione, gli ingredienti base sono uova, guanciale di maiale, parmigiano, pecorino, strutto (oggi olio d’oliva), aglio, pepe nero e naturalmente pasta: spaghetti o penne.

Questa però è solo una – la più accreditata – tra le ipotesi sulle origini della  “carbonara”.

Per alcuni, il vero papà fu un oste romano che, nel 1944, diede al piatto il nome del suo precedente lavoro. Altri ancora fanno coincidere la nascita con la presenza degli Alleati nel secondo dopoguerra e con l’arrivo sulle tavole degli italiani di uova e bacon in quantità.

Infine, c’è chi attribuisce la ricetta a una nobildonna del Polesine, che nell’Ottocento ospitava le riunioni segrete degli affiliati alla Carboneria.


Hai altre curiosità da farci conoscere? Scrivici sul GuestBook oppure nei commenti qui sotto! 😉

Alla prossima curiosità!

Read More

Come mai si dice che se non esistessero le capre non “berremmo il caffè”?

Ott 21

Capre e caffè.

capre

Alle capre si deve la scoperta di sostanze che poi sono state consumate anche dall’uomo, come il caffè.

Diversi racconti popolari spiegano come l’uomo, osservando il comportamento bizzarro delle capre che si erano cibate delle bacche di caffè, si sia spinto a provarle.

In Etiopia e nello Yemen, invece, le capre sono ghiotte delle foglie di khat (Catha edulis Forsk, famiglia delle Celastraceae), pianta dalle proprietà euforico-eccitanti la cui masticazione impegna quotidianamente gli uomini che vivono in quelle regioni.

Anche il consumo del “fagiolo del mescal” – il seme della leguminosa Sophora secundiflora – che provoca stati allucinatori pari a quelli del peyote, è stato indotto dalla curiosità che suscitava il bizzarro comportamento delle capre.


Se avete da suggerirci altre curiosità,
scriveteci sul GuestBook oppure nei commenti qui sotto.

Alla prossima curiosità!

Read More